Siamo ottimisti!

Siamo ottimisti! 768 512 Vittucci

La situazione del momento è molto difficile, ma non bisogna drammatizzare. Nella storia umana e soprattutto nel secolo appena terminato, i nostri nonni e genitori sono stati in grado di rispondere in modo efficace e virtuoso alle catastrofi come guerre, terremoti, pandemia. È fondamentale, ora, non perdere l’occasione per realizzare riforme globali e giuste per l’umanità.

Come riportato dal Sole 24 Ore in recenti articoli, nuovi accordi sono inevitabili nel commercio mondiale, negli investimenti e nelle produzioni dopo aver stabilito le effettive priorità nel campo sanitario, culturale, ambientale, turistico ecc.

Nel settore del trasporto aereo, ad esempio, la prossima estate segnerà la riscossa dei voli, come rilevato dalle compagnie aere internazionali che hanno potuto testare lo stato del mercato dopo le affermazioni del primo ministro inglese Johnson che ha fissato una data precisa, il 17 maggio, per la riapertura degli scali inglesi. È una data miraggio per le prenotazioni degli aerei e degli alberghi di Italia, Spagna, Grecia, Turchia.

La voglia di viaggiare non manca come confermano le prenotazioni che stanno arrivando alle varie compagnie. I passeggeri non temono l’aereo come possibile veicolo di contagio in quanto gli stessi, insieme agli aeroporti, sono percepiti come luoghi sicuri. Le prenotazioni possono essere concluse e confermate anche con notevoli anticipi e senza alcun onere aggiuntivo in caso di cancellazione o spostamento di date. Si ipotizza inoltre, di fare vacanze in luoghi “Covid Free”, in cui tutti i presenti saranno stati sottoposti a tamponi cautelativi. La possibilità di far uso di un passaporto vaccinale, che “liberi” dai vincoli chi lo ha sostenuto, sarà un’ulteriore spinta a non avere dubbi o remore al viaggio.

Riprenderanno anche i viaggi per lavoro, quelli per congressi internazionali o convegni, con opportunità di rapporti personali così importanti per la reciproca conoscenza. Anche le piccole attività dell’indotto potranno trarne beneficio, dopo un periodo in cui sono state assolutamente ferme ed in attesa di un aiuto di stato. Basti pensare al trasporto urbano dei taxi e dei noleggi auto, alla ristorazione, alla organizzazione di eventi ecc.

A proposito del Commercio il Sole 24 Ore riporta la conferma che i consumi ed il bisogno di fare acquisti nel tempo del Covid è aumentato. A questo proposito il settore del “retail” sta subendo una profonda trasformazione in quanto gli imprenditori degli ipermercati realizzati al chiuso, stanno ripensando ad un diverso utilizzo degli spazi. L’ipotesi è quella di individuare grandi spazi immobiliari aperti come i Retail Park, i Big Box, come il Fidenza Village e Serravalle Village. Ci saranno aziende che ridurranno il numero dei punti vendita ma non le dimensioni delle superfici. Non bisogna dimenticare tuttavia, che il mondo della moda ha perso un fatturato di circa 25 mld in anno e che per tornare ai livelli precedenti la pandemia, occorreranno almeno due anni. I primi giorni di marzo 2021, le sfilate si terranno lo stesso secondo un calendario molto fitto e ricco e tutte a porte chiuse.

Le presentazioni verranno effettuate in presenza, ma sotto rigido controllo.

Il Presidente Marcolin ha dichiarato che nessun imprenditore vorrebbe ridurre o ridimensionare la produzione ma per il mondo della moda le occasioni di incontro sono fondamentali e la strada della vaccinazione appare la più veloce per trovare la normalità tanto attesa.

La predisposizione del passaporto vaccinale sarà anche utile allo scopo commerciale e turistico. Si pensi ad esempio ai servizi di ristorazione, agli alberghi, agli operatori turistici.
In questa fase restano ancora in campo le disposizioni che puntano al tracciamento, ma se pensiamo alla Sardegna, che ora è diventata zona bianca, con la ripresa quindi di tutte le attività economiche e ricettive, c’è da domandarsi se la prossima estate sarà diversa di quella del 2020 che tanti problemi ha creato agli ospedali.

In Campania sono allo studio misure sul modello di quanto già fatto sulle navi da crociera. Tamponi all’arrivo, percorsi controllati e protetti. Insomma, in attesa dei vaccini, non resta che fare molti test e tenere sotto controllo operatori e turisti ed offrire la possibilità di essere comunque rimborsati in caso di cambi di prenotazione o rinuncia alla vacanza.

Altro elemento molto importante e che ci consente di essere ottimisti è lo sviluppo della Intelligenza Artificiale (Ai). Non c’è dubbio che sarà il futuro dello sviluppo delle aziende, anche se molti dirigenti allo stato attuale, pur riconoscendone le possibilità effettive, dichiarano di essere in difficoltà per la sua applicazione.

L’Europa si sta muovendo mediante diverse opportunità di formazione e di sperimentazione con formule che permetteranno una rapida evoluzione di questo settore. Ormai il mondo del l’elaboratore ci ha insegnato che ci si muove con tempi molto veloci di apprendimento e di applicazione.

Tuttavia, bisogna ricordare che al centro rimane sempre l’uomo con la sua intelligenza e la sua capacità di fare che nessuna macchina al mondo può sostituire.

Utilizziamo i cookie al solo fine di assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito e per analizzare il nostro traffico. Ai fini statistici sono anche utilizzati cookies di terze parti. Se continui ad utilizzare il nostro sito web acconsenti all’utilizzo di tutti i cookies. Per maggiori informazioni o per modificare le impostazioni relative ad alcuni od a tutti i cookie consulta la nostra Cookie Policy.
Cookie Policy